BE.MA.DE. srl

REGIONE LOMBARDIA: CERTIFICAZIONI ENERGETICHE, COSA CAMBIA


Pubblicata il: 21/06/2016

REGIONE LOMBARDIA: CERTIFICAZIONI ENERGETICHE, COSA CAMBIA

Col Decreto n. 224 del 18 gennaio 2016 viene integrato il d.d.u.o. 6480/2015 introducendo alcune importanti specifiche. Riassumiamo brevemente le più significative. Segnaliamo, per maggiori informazioni e approfondimenti, il sito internet www.cened.it nel quale troverete tutte le news in merito e il testo completo della norma vigente.

 

  • E' confermata l'esclusione dall'obbligo di allegazione dell'APE per i provvedimenti giudiziali portanti trasferimenti immobiliari conseguenti a procedure escutive individuali o concorsuali. Di contro è d'obbligo in caso di vendita giudiziale dei beni indivisi che non siano oggetto delle procedure di cui sopra.

  • L'esclusione dall'obbligo si applica anche agli edifici industriali e artigianali il cui utilizzo e/o attività svolte al loro interno non prevedano il riscaldamento o la climatizzazione.

  • L'installazione dei dispositivi per la termoregolazione e la contabilizzazione del calore, se non avviene in ambiti di ristrutturazione dell'impianto termico o di riqualificazione energetica, non comporta la decadenza dell'idoneità dell'Attestato di Prestazione Energetica prevista al punto 11.8 delle disposizioni di cui al decreto n.6480 del 30/7/2015.

  • La dotazione dell'APE è obbligatoria anche per le unità immobiliari e gli edifici che siano privi di impianti rilevanti ai fini energetici, qualora oggetto di atti di trasferimento a titolo oneroso, in quanto suscettibili di essere energeticamente parametrati alla corrispondente unità immobiliare "di riferimento"

  • Le strutture a protezione degli impianti sportivi sono da considerate stagionali e, pertanto, sono esenti dagli obblighi dell'APE qualora esse siano completamente rivestite da involucro che può essere, a momenti alterni, tolto o rimesso.

 

Una importante novità è poi stata introdotta per quanto riguarda l'indicazione nell'APE degli interventi migliorativi. L'assenza infatti di tale indicazione nell'apposita sezione dell'Attestato, costituisce un inadempimento del certificatore ed è oggetto di verifica in sede di controllo della conformità dell'APE. Una omissione può avvenire solo nel caso in cui il certificatore dichiari, in caso di edifici di classe A3 e A4, che ulteriori interventi migliorativi non sono convenienti in termini di costi-benefici. Tale dichiarazione va annotata nella sezione "Informazioni sul miglioramento della prestazione eneregetica" dell'APE stesso.

 

  • VERIFICHE DI CONDENSA: Le condizioni di umidità relativa interna sono da valutare secondo il metodo delle classi di concentrazione riportato nelle appendici A e NA della norma UNI EN ISO 13788.

termografia facciata